Qualche domenica fa avevo optato di trascorrere la serata guardando Ti spedisco in convento su Real Time, lo so che mia vita sociale vi dà il brivido, invece di sorbirmi un’altra serata di guerra e covid su Che tempo che fa, sacrificando anche la Littizzetto. Un mio confratello molto zelante qualche giorno dopo mi ha inviato un video di quella puntata mancata che conteneva la televendita dell’ultimo capolavoro dell’editoria cattolica ben sapendo quanto ci tenessi ad essere informato sull’ultima fatica dell’Editorialista dell’Osservatore Romano. In appena 192 pagine, ce lo assicura Fazio, vi troviamo politica, filosofia, teologia, etica e pedagogia sicuramente una pietra miliare da non perdere nel panorama delle uscite editoriali su tali temi tanto da eclissare pubblicazioni di tantissimi altri autori che sicuramente non eccellono così tanto da meritare un passaggio su Rai 3. Potremo sicuramente passeggiare nei boschi senza subire la vendetta degli alberi che Michela Murgia paventava su pubblicazioni di altri scrittori! Probabilmente avranno anche contribuito i motivi che ho esposto in qualche post fa e che non ripeto per non tediarvi e gli aneddoti su papa Francesco raccontati per testimoniare l’intima consuetudine lo lasciano inferire. Certo sentire la parola nuovo sulla bocca dell’autore mi ha fatto l’effetto di vedere un pezzo di chianina sulla bocca di un vegano ma mai mettere limiti alla Provvidenza!

Il conduttore magnificava inoltre anche il fatto che la confidenza e la benevolenza di Francesco verso il suo Assistente Ecclesiastico del Dicastero per la Comunicazione lo hanno spinto a regalare a tutta la Curia Romana questa pubblicazione per l’edificazione dei suoi membri suppongo. Mi veniva in mente che tempo fa il papa aveva compiuto lo stesso gesto verso i curiali omaggiandoli di un opuscoletto sul silenzio e l’esimio autore dell’epoca accedeva a udienze papali più del Segretario di Stato tanto che è encomiabile come oggi si sia ritirato dalle Sacre Stanze per praticare la virtù della madonnella che sponsorizzava!

Devo convenire con Fazio e l’autore della sua sponsorizzazione che Bergoglio è proprio un papa evangelico semplice come una colomba e prudente come un serpente (cfr. Mt 10,16).