Berardi Alessandro

Buscaglia Melissa

Candeloro Beatrice

Crocicchio Lorenzo

D’Amico Leon

Di Francesco Mattia

Di Marco Lorenzo

Di Nunzio Beatrice

Di Paolo Virginia

Orsini Antonella

Orsini Francesca

Perilli Simone

Schiazza Sofia

Vitelli Daniel

Il 20 settembre 2020, altri 14 bambini della nostra parrocchia sono stati invitati per la prima volta ad accostarsi alla mensa dell’Eucaristia. Ad attenderli una liturgia della Parola incentrata sulla figura del padrone e del suo relazionarsi con i servi che lavorano la sua vigna.

Nella parabola raccontata da Gesù il padrone esce di casa per ben cinque volte “..all’alba…uscito poi verso le nove del mattino…mezzogiorno e verso le tre…uscito ancora verso le cinque”.

Dunque un padrone testardo, che non si arrende, che va sempre alla ricerca, che fa sempre il primo passo, così come Dio Padre viene sempre incontro a tutti noi, ci cerca nelle periferie della vita e ci invita costantemente a lavorare nella sua vigna, per un bene comune, dando ad ognuno la medesima ricompensa. E già, anche il padrone della vigna provoca stupore nei suoi servi quando da un denaro, cioè la somma che aveva pattuito con ciascuno di loro, indistintamente sia a chi aveva lavorato da subito sia a chi si era aggiunto per ultimo.

È proprio così, Dio da a tutti la stessa opportunità e la stessa ricompensa “Dio guarda alla disponibilità, alla generosità con cui ci mettiamo a suo servizio! Il suo agire è più che giusto…e si manifesta nella grazia. Tutto è grazia!” (Papa Francesco).

Auguriamo a questi bambini che, guidati anche dall’esempio di Maria, riescano a comprendere quanta gioia e quanta serenità dona il rispondere alla chiamata di Dio per lavorare nella sua vigna, un sì detto con il cuore e a cui solo l’amicizia con Gesù può legarsi in modo indissolubile ed eterno.

Backstage